skip to Main Content
SPEDIZIONE GRATUITA IN ITALIA DA 50€
Contact PersonWhatsApp 339 3726029
Smaltimento Pentole Antiaderenti. Come Fare?

Smaltimento pentole antiaderenti. Come fare?

Tra le compagne più preziose che ogni cuoco possa avere, le pentole antiaderenti sono molto più di un semplice strumento utile alla preparazione di cibi.

Per creare pietanze gustose e soprattutto sane la scelta della pentola gioca infatti un ruolo fondamentale. Perché tra una padella o una casseruola e un’altra ci possono essere enormi differenze che vanno a influire non solo sul gusto delle pietanze, ma anche sulla nostra salute. E non sempre optare per il prodotto meno costoso è una scelta saggia: anzi, può essere addirittura dannosa per il nostro organismo.

Pentole da buttare. I segnali

È capitato a chiunque: dopo tanti utilizzi e un numero imprecisato di lavaggi, la tua pentola inizia a dare alcuni segnali di cedimento. Tra i più frequenti:

  • Graffi evidenti sul rivestimento;
  • Materiale che si deforma;
  • Manico che si surriscalda rilasciando odore di bruciato;
  • Manico che tende a svitarsi, senza garanzia di una presa forte e sicura;
  • Cottura non più uniforme.

Che sia arrivata il momento di buttare la tua pentola? Ecco che allora sorge spontanea una domanda: come si smaltiscono le pentole antiaderenti?

Come smaltire le pentole antiaderenti

Le pentole antiaderenti devono essere smaltite presso il centro di raccolta differenziata. Non le puoi gettare nello sporco di casa: vanno obbligatoriamente conferite presso la discarica autorizzata del proprio paese.

Questo non solo per le dimensioni dell’oggetto (la padella potrebbe essere più grande rispetto alle calotte dei cassonetti). Bensì per una questione ambientale: molte pentole antiaderenti sono realizzate con sostanze nocive per l’uomo e per l’ambiente come teflon, PFOA e nichel, rintracciabili in particolare nel rivestimento. Solo il centro di raccolta differenziata è in grado di occuparsi del corretto smaltimento della tua pentola e di tutti i materiali da cui essa è composta, elementi tossici compresi.

Diverso il caso delle pentole in alluminio o acciaio non antiaderenti, che possono essere gettate insieme a lattine, vaschette in alluminio e bombolette spray.

Esistono pentole aderenti senza sostanze tossiche?

La notizia delle sostanze tossiche contenute nelle pentole ti coglie di sorpresa? Non preoccuparti, si può sempre correre ai ripari! Il mercato del pentolame da anni è al lavoro per risolvere il problema legato all’uso di elementi cancerogeni nei rivestimenti antiaderenti. E finalmente è arrivata una soluzione.

Parliamo delle pentole di alta qualità della Linea Smeralda a marchio Primecook. Una rivoluzionaria linea di pentole con l’incredibile valore aggiunto chiamato Ecoshield, l’unico rivestimento antiaderente per padelle senza PTFE, PFOA e nichel sicuro per la salute.

Le pentole della Linea Smeralda sono totalmente Made in Italy e realizzate in alluminio 100% riciclabile. Questo riduce anche l’annoso problema dello smaltimento: e l’ambiente ti ringrazierà!

Back To Top
×Close search
Cerca