Salta al contenuto
pentola su piastra a induzione

Addio gas? Scopri se le pentole normali vanno bene per l'induzione

Stai cambiando casa e per la prima volta decidi di fare a meno del gas: d'ora in poi cucinerai solo con il piano a induzione. Una scelta condivisa da milioni di persone in tutto il mondo e che trasferisce i cari, vecchi fornelli a gas nel cassetto dei ricordi.

Cosa fare con le tante pentole e padelle accumulate negli anni? Andranno bene per il tuo nuovo piano cottura a induzione? Facciamo un po' di chiarezza.

Come funziona il piano a induzione

La parola chiave per comprendere il funzionamento del piano a induzione è "campo magnetico". A differenza del gas, dove la pentole viene scaldata dalla fiamma, l'induzione trasferisce calore alle pentole tramite il campo magnetico generato dal contatto con essa.

Dietro al piano a induzione troviamo dunque lo stesso meccanismo della calamita, in questo caso alimentata a elettricità. Il fornello a induzione è infatti dotato di una bobina conduttrice in cui scorre corrente elettrica alternata, la quale al contatto con l'utensile genera un campo magnetico che produce calore direttamente nel fondo metallico della pentole.

Va da sé che per funzionare l'induzione ha bisogno di pentole in materiale ferroso, come ghisa e acciaio. Padelle in altri materiali - ceramica, alluminio, rame, vetro, porcellana, ottone - non sono adatte per la cucina a induzione.

Pentole a induzione: come riconoscerle

Innanzitutto verifica che sul fondo della pentola sia presente il simbolo per pentole a induzione, riconoscibile perché simile a una serpentina:

simbolo pentole a induzione

In alternativa puoi fare la più classica delle prove, ovvero attaccare un magnete (calamita) alla parte inferiore della pentola. Se la calamita resta attaccata puoi stare tranquillo: la tua pentola è compatibile con i piani a induzione.

Vantaggi del piano a induzione. Tutti i perché di un successo in forte crescita

A cosa è da attribuire il forte successo dell'induzione? Perché sempre più persone scelgono di abbandonare il gas a favore di questo metodo di cottura, da molti ritenuto pratico e sostenibile

Vantaggi dell'induzione: ordine, pulizia e versatilità

Rispetto ai fornelli a gas, la piastra a induzione è immediata da pulire, lascia la cucina in ordine e se non in funzione può essere utilizzata come comodo piano d'appoggio. Perché in cucina un'area libera in più è sempre utilissima.

Dispersione termica pressoché azzerata

Pensa alla classica fiamma del gas e a quanto di essa vada disperdendosi nell'ambiente. Con l'induzione questo non accade: il piano si riscalda solo al contatto con la pentola, e il calore si propaga nell'utensile per via diretta, senza sprechi, accelerando l'ebollizione dell'acqua e il raggiungimento della temperatura desiderata.

Consumi ridotti

Un altro vantaggio dell'induzione è che quando si innesta il contatto pentola - piano il calore si propaga molto rapidamente. Come detto poco fa ciò implica un netto abbattimento del tempo di riscaldo, con conseguente riduzione dei costi di consumo d'esercizio.

Calore costante e omogeneo

Se nella cucina a gas la pentola tende a scaldarsi principalmente sul fondo, l'induzione offre un riscaldo omogeneo e costante. Ciò comporta una più alta qualità delle preparazioni e la minor probabilità di incorrere nella fastidiosa attaccatura del cibo sul fondo. Potrai dunque ridurre la quantità di condimenti e grassi, a volte necessari per mescolare meglio.

Maggiore sicurezza

Aspetto importantissimo soprattutto per chi ha bambini e anziani in casa, ma non solo. Adottare l'induzione significa abolire per sempre fiamme e fiammelle libere, che in certe circostanze possono diventare davvero pericolose. Inoltre non corri più il rischio di fughe di gas e riduci l'eventualità di scottature: la piastra si surriscalda esclusivamente nella zona in cui va a contatto con la pentola, raffreddandosi molto velocemente dopo l'utilizzo.

Silenzionsità

Se si escludono piccoli possibili rumori durante l'impiego ad alte potenze, il piano a induzione è totalmente silenzioso.

Pentole per induzione: vanno bene sul gas?

Se è vero che non tutte le pentole da gas vanno bene per l'induzione, possiamo invece confermare che le pentole per induzione sono compatibili con fornelli a gas

Se da qualche parte - campeggio, casa al mare, baita di montagna - utilizzi ancora il gas, puoi stare tranquillo e portare le tue pentole a induzione preferite sempre con te.

Migliori pentole a induzione: come sceglierle

Vuoi dare una ventata di freschezza al tuo parco pentole integrando con del nuovo pentolame specifico per induzione?

Il primo consiglio che ti diamo è di non risparmiare sulla qualità. Il cibo è il primo motore del nostro organismo, ed è bene assicurarsi che non venga contaminato con sostanze tossiche come PFOA, PTFE, nichel e metalli pesanti. Per questo ti suggeriamo di scegliere solo pentole e padelle dalla qualità certificata realizzate secondo i migliori standard produttivi del Made in Italy.

migliori pentole a induzione

Non solo il fondo è importante, ma anche l'antiaderenza: accertati che le pentole abbiamo un rivestimento antiaderente privo di elementi tossici, resistente e dalla lunga vita. Antigraffio, anticorrosione, semplicità di pulizia e compatibilità con alte temperature sono tutti plus che renderanno la tua esperienza in cucina ancora più salutare ed entusiasmante.

Importantissimo infine il manico ergonomico: opta per un modello di pentole il cui manico ti garantisca una presa comoda a prova di scottatura. 

Per acquisti in grandi quantitativi delle migliori pentole per piani a induzione Made in Italy contattaci senza impegno.

Articolo Precedente Ricetta: pesce spada gratinato con arancia e pistacchio
Prossimo Articolo Ricetta: gnocchi di patate con farina di piselli al ragù bianco
Italiano
Italiano