Salta al contenuto
Perché PFAS e PFOS sono pericolosi per la salute

Perché PFAS e PFOS sono pericolosi per la salute

Agenti inquinanti provenienti dall’industria, i PFAS rappresentano un grave pericolo per la salute dell’uomo. Vediamo nel dettaglio cosa sono i PFAS e perché sono nocivi.

Cosa sono i PFAS

I PFAS sono sostanze chimiche sintetiche molto usate nella produzione di insetticidi, vernici, tessuti impermeabili, padelle antiaderenti, rivestimenti, contenitori alimentari. Un utilizzo smodato iniziato negli anni ’50 con la scoperta delle loro proprietà emulsionante e tensioattive e della capacità di rendere i materiali resistenti all’acqua e ai grassi.

Tecnicamente definite perfluoroalchiliche, queste sostanze si suddividono in due principali gruppi: l’acido perfluoroottanoico (PFOA) e l’acido perfluoroottansulfonico (PFOS). PFOA e PFOS sono composti facilmente riscontrabili nell’aria, nel sottosuolo e nelle acque e capaci di entrare in contatto con l’organismo in diversi modi, principalmente tramite acqua, aria, suolo, polvere contaminati. Per maggiori informazioni ti invitiamo a leggere questo interessante documento del Ministero dell’Ambiente.

In che modo PFAS e PFOS agiscono negativamente sulla salute

Vi sono diversi studi in corso sugli effetti nocivi di PFAS e PFOS in relazione alla salute dell’uomo. Al momento li si ritiene responsabili di diverse problematiche e patologie: compromissione di crescita e fertilità, alterazioni di ormoni, colesterolo, malattie della tiroide, coliti e addirittura sviluppo di forme tumorali. Ipotesi avvalorate da numerosi test effettuati su lavoratori esposti per molto tempo per via inalatoria a queste sostanze, ma su cui tuttavia non si possono trarre conclusioni certe. Ciò che si sa invece è che il PFAS – al pari dell’amianto – può agire nel lungo periodo, con livelli differenti a seconda dei soggetti.

Le pentole antiaderenti contengono PFAS e PFOS?

Le pentole e padelle antiaderenti alta qualità a marchio Primecook non contengono PFAS, PFOS, PTFE, PFOA, nikel. Il rivestimento Ecoshield utilizzato per i nostri prodotti ha infatti base acquosa e inorganica ed è ottenuto tramite un particolare processo di nanotecnologia che garantisce la totale assenza di metalli pesanti e altre sostanze tossiche.

Articolo Precedente Ricetta: pasta con ragù di salsiccia e burrata
Prossimo Articolo Ricetta: Budini Cocco e Vaniglia

Lascia un commento.

Commenti devono essere approvati prima di apparire.

Campo Obbligatorio